…ed alla fine arrivò l’ultimo giorno, quello per me più importante.

Quelli precedenti  sono stati belli, molto belli, ma questo sarebbe dovuto essere eccezionale!

E’ lo è stato!

Al mattino mi sono alzato con un’emozione mai provata prima da viaggiatore (ero anche molto giovane).

Me le trovai di fronte: GIGANTI, MAESTOSE, IMPONENTI!

Le ho sognate fin dai banchi di scuola.

Le Piramidi erano lì che mi aspettavano con il loro sguardo verso il cielo pronte a dimostrarmi quanto fossero ben salde su quella calda sabbia.

Ma il sogno non era quella di vederle.

L’occhio era già appagato da tante immagini dei  libri e della televisione.

No, il sogno era quello di entrare in una di esse. Non importa quale.

Mi sarebbe importato andare all’interno per capire se ci fosse stata un’energia sovrannaturale.

Sì, potevamo entrare a gruppi di piccole persone.

I miei compagni di viaggo conosciuti 5 giorni prima alla partenza della Crociera sul Nilo, ormai erano amici e con loro si scherzava.

Fuori un caldo incredibilmente secco, sopportabile.

L’ingresso era piccolo, angusto.

Siamo entrati chinando il busto il più possibile, parlando e con atteggiamento gioviale.

Percorsì circa 20-30 metri, è arrivato un caldo umido incredibile. Nessuno parlava più, il ritmo della camminata rallentava, ma la camera del Faraone si stava avvicinando.

Quello era il SOGNO vero. Entrare nella camera funeraria del Faraone!!!

La gente che incrociavamo sulla via del ritorno aveva tutta un’espressione di meraviglia!

Percorso il lungo tunnel, il caldo umido era davvero tanto, ma all’improvviso il tunnel è terminato.

Come dopo una curva stretta vedi il mare, così alla fine del tunnel mi ritrovai dentro una stanza enorme.

Ero nel cuore della Piramide, ero nel cuore della Storia!!!

Sul muro campeggiava una scritta: “ Scoperta da G.Belzoni il 02 mar 1818”.

Un italiano! Già, è vero! L’ha scoperta un italiano!!! Non me lo ricordavo neanche più!

Che soddisfazione!

Alla fine ero dentro assieme ad una decina di persone! Il caldo umido era esagerato!

Ma per la prima volta nella vita ho avvertito un’energia che mi pervadeva. MI sentivo forte, potente, ero il Re del Mondo!

Forse suggestione, ma era una sensazione fortissima.

E poi essere lì, lì nello stesso posto dove c’era il Faraone 4500 anni fa! E come se fosse stato lì con me in quel momento.

L’energia non vuole diminuire, ma sento che è troppa. E poi il caldo è davvero tanto.

Voglia di uscire? Poca, ma necessaria! Le cose si assaporano meglio quando durano poco, diciamo il giusto!

Riprendo il tunnel per guadagnar l’uscita e mi accorgo che il ritorno è durato molto meno dell’andata!

Che sia l’energia del Faraone che mi abbia spinto fuori?

Probabile. Possibile!

Esco dalla Piramide. I miei compagni ed io non stiamo zitti un attimo. E’ tutto un elencare di superlativi!

E l’energia che ho provato? L’hanno avvertita anche loro!!! Allora c’è qualcosa di vero! Qualcosa di magico da 4500 anni!

Il sogno si è avverato, la storia è vera. L’Egitto è magico.

La Crociera sul Nilo è stata fantastica. Vedere tutte quelle meraviglie del mondo antico è stato bellissimo.

La visione delle Piramidi è stato il giusto premio al momento giusto di una vacanza pensata per svagarsi e trasformatasi  in una grande lezione di storia e di civiltà!

_LUCA_

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO